Disturbi del ritmo cardiaco

Immagine
Cardiac Arrhythmia
Disturbi del ritmo cardiaco
grey
top_left
Off

Disturbi del ritmo cardiaco

Disturbi del ritmo cardiaco

Un ritmo cardiaco sano

A riposo, il cuore batte ad un ritmo regolare da 60 a 80 volte al minuto. Questo si chiama "ritmo sinusale", perché il nodo del seno nella parte superiore del cuore funziona come "orologio", impostando la frequenza e il ritmo attraverso impulsi elettrici. Questi impulsi elettrici si diffondono attraverso le pareti delle camere cardiache superiori e inferiori. Le irregolarità nel ritmo sinusale sono chiamate "disturbi della generazione dell’impulso”.
Gli impulsi stimolano il muscolo cardiaco a contrarsi e pompare sangue attraverso l’organismo. In periodi di stress fisico o emotivo, il corpo necessità di più sangue ricco di ossigeno. Per soddisfare questa richiesta, il sistema nervoso accelera il battito cardiaco. Irregolarità di questo tipo si chiamano "disturbi del sistema di conduzione."
In caso di disordini del ritmo cardiaco (aritmie), la generazione degli impulsi elettrici, la contrazione del cuore, o entrambe possono essere disturbate.
 

Quali sono i sintomi dei disturbi del ritmo cardiaco?

Anche un cuore sano può saltare un battito. Di solito quando questo accade non si nota. A volte si sente il cuore battere in modo irregolare. Questi sintomi sono chiamati "palpitazioni" Se non si hanno altri sintomi, le palpitazioni sono normalmente innocue.
Consultare il medico se si verifica spesso un'aritmia o un battito cardiaco inspiegabilmente accelerato (tachicardia). Visitare il medico al più presto possibile se durante un’aritmia si verificano vertigini o un leggero senso di oppressione al torace. Andare al pronto soccorso immediatamente in caso di svenimento syncope, se si sentono crampi o dolore al petto.

 

Come vengono diagnosticati i disturbi del ritmo cardiaco?

Per diagnosticare un disturbo del ritmo cardiaco (aritmia), il medico pone domande sulla storia medica del paziente, sui sintomi e su come ci si è sentiti prima e durante l'evento. Durante l’esame obiettivo, il medico ascolta il ritmo cardiaco e verifica eventuali toni inusuali o anomali (soffio al cuore). Inoltre misura la frequenza cardiaca (polso). Quindi il medico esegue un elettrocardiogramma (ECG / ECG), a riposo e durante esercizio fisico. L'ECG mostra l'attività elettrica del cuore, consentendo al medico di comprendere cosa sta causando irregolarità nel battito cardiaco.
se le aritmie si verificano raramente è necessario un ECG a lungo termine. I seguenti dispositivi permettono di registrare un ECG durante un periodo più o meno lungo:

  • Monitor holter - un dispositivo portatile che registra un ECG continuamente per almeno 24 ore.
  • Registratore di eventi - attivato dal paziente in caso di aritmia.
  • Se i metodi precedenti non documentano nessuna aritmia, per osservare il ritmo del cuore su un periodo di tempo più lungo può essere utilizzato un monitor cardiaco. Il monitor cardiaco viene inserito sul petto sotto la pelle e controlla l'attività cardiaca fino a due anni.
    BIOTRONIK Home Monitoring® invia le registrazioni quotidiane di questa attività al medico, permettendogli di riconoscere rapidamente una aritmia cardiaca e di rilevare le cause di eventuali svenimenti non spiegati (episodi sincopali).

 

Quali sono i tipi di disturbi del ritmo cardiaco?

Possono esistere disturbi nella generazione degli impulsi elettrici oppure nella contrazione del cuore. Le aritmie possono verificarsi nelle camere cardiache superiori e inferiori. Questa distinzione è cruciale poiché le aritmie delle camere inferiori (ventricoli) possono essere eventi fatali. Tachicardia significa che il cuore batte troppo velocemente; bradicardia significa che il cuore batte troppo lentamente. I tipi noti di aritmie comprendono:

  • Extrasistole: extra battiti cardiaci isolati, che sono per lo più innocui.
  • Flutter atriale: contrazioni veloci delle camere cardiache superiori (atri) con un impulso regolare da 120 a 140 battiti al minuto.
  • Fibrillazione atriale: attività molto veloce e caotica negli atri, con un polso irregolare. Caratterizzata da un alto rischio di tromboembolia (il blocco di un vaso sanguigno provocato da un coagulo di sangue) e ictus.
  • Flutter ventricolare (tachicardia ventricolare): aritmia pericolosa, con contrazioni molto veloci e regolari delle camere cardiache inferiori (ventricoli). Può precedere la fibrillazione ventricolare.
  • Fibrillazione ventricolare: attività molto veloce e caotica delle camere cardiache superiori e inferiori, fatale, caratterizzata da assenza di polso.
  • Bradicardia: il cuore batte troppo lentamente con 50 battiti al minuto o meno a riposo. Ciò può essere normale per gli atleti.

 

Quali sono le cause dei disturbi del ritmo cardiaco?

Fattori interni ed esterni possono causare aritmie cardiache. Alcuni fattori interni come la febbre sono temporanei. Altri alterano il ritmo del cuore in modo permanente.

 

Cause esterne

  • Stress, eccitazione, paura, nervosismo
  • Caffeina (da bevande energetiche o caffè), alcool, droghe, tossine
  • Farmaci specifici (ad esempio, gli ormoni tiroidei)
  • Pressione generata su una specifica area della arteria carotide nel collo che rallenta il battito cardiaco a fino a quando il paziente sviene e va in arresto cardiaco (riflesso del seno carotideo).

 

Cause interne temporanee

  • febbre e infezioni
  • disturbi elettrolitici (per esempio, la mancanza di potassio)

 

Cause interne permanenti

  • Malattia coronarica.
  • Pressione alta (ipertensione)
  • Malattie e infiammazioni del muscolo cardiaco (cardiomiopatia, miocardite)
  • Malformazioni cardiache o malattie delle valvole cardiache
  • Malattie del sistema di generazione degli impulsi o del sistema di conduzione (ad esempio, sindrome di Wolff-Parkinson-White)
  • Malattie della tiroide (ipertiroidismo, ipotiroidismo)

Per saperne di più sulle opzioni di trattamento nei disturbi del
ritmo cardiaco.

 

Per saperne di più sulle opzioni di trattamento nei disturbi del ritmo cardiaco.

Prendersi diverse pause durante il giorno per rilassarsi ed evitare lo stress. Alcuni esercizi possono aiutare a rilassarsi (per esempio, lo yoga, la terapia di rilassamento e la meditazione).

  • Astenersi dal fumare o dal bere troppa caffeina o alcool. Il medico può consigliare come smettere di fumare.
  • Alcuni farmaci possono provocare disturbi del ritmo. Se si devono assumere farmaci, discutere la questione con il medico e, se necessario, cambiare farmaci o dosi.
  • Approfittare di tutti gli appuntamenti per check-up fisici. Malattie come l'ipertiroidismo possono causare aritmie.
  • Pacemaker e defibrillatori devono essere controllati regolarmente. Se si verifica un problema con il dispositivo, consultare immediatamente il medico.

L'esercizio fisico è salutare. Fare attenzione a non sovraccaricare se stessi. Chiedere al medico quale tipo di esercizio e con quale intensità è raccomandato.

Immagine
Bradycardia
Immagine
Tachycardia
Immagine
Syncope