Pacemaker

Immagine
physician and patient
grey
top_left
Off

Procedure

Pacemaker Implantation

Una frequenza cardiaca lenta viene chiamata bradicardia. Un rallentamento del battito cardiaco non significa necessariamente che un paziente ha un problema di salute. Gli atleti, per esempio, possono avere una frequenza cardiaca a riposo molto lenta ed essere perfettamente sani. Tuttavia, se il rallentamento del battito cardiaco non riesce a fornire all’organismo sangue e ossigeno a sufficienza, la bradicardia rappresenta un serio problema di salute. La bradicardia non trattata può portare a insufficienza cardiaca oppure a morte cardiaca improvvisa. L'unico modo per trattare la bradicardia a lungo termine è quello di impiantare un pacemaker. Un pacemaker è un piccolo dispositivo che viene impiantato nel torace sotto la pelle oppure sotto i muscoli vicino alla clavicola. E 'collegato al cuore con uno o due elettrodi (detti anche "cateteri") e serve come "cronometrista" artificiale del cuore. Il pacemaker controlla continuamente l'attività cardiaca, inviando impulsi elettrici per ripristinare il normale ritmo se batte troppo lentamente o irregolarmente.


Prima dell’intervento chirurgico

Il medico fornisce istruzioni dettagliate su come prepararsi per l'intervento chirurgico. Di solito, si consiglia i pazienti a smettere di prendere i farmaci diluenti del sangue alcuni giorni prima dell'intervento chirurgico. Se si prendono regolarmente altri farmaci, chiedere al medico se si deve continuare a prenderli avvicinandosi al giorno della procedura. Inoltre, non si deve mangiare per circa 12 ore prima l'impianto.


Impianto del pacemaker

L’impianto di un pacemaker è un intervento chirurgico relativamente semplice, che dura da due a quattro ore. Vengono somministrati antibiotici per ridurre il rischio di infezione. L'intervento viene eseguito in anestesia locale e, a volte, con sedazione. Non è un intervento chirurgico a cuore aperto.
Dopo aver preparato il sito di incisione, il medico esegue un piccolo taglio nella parte superiore del torace, ben al di sotto la spalla. Successivamente inserisce speciali fili in una vena vicino alla clavicola. Utilizzando raggi X per avere visibilità, il chirurgo guida i fili attraverso le vene, posizionandoli nelle camere superiori e inferiori del cuore. Poi, posiziona il pacemaker nella "tasca" sotto la pelle vicino al al sito di incisione. Quindi collega i fili al dispositivo e lo programma in base alle esigenze mediche del paziente. Dopo un test per verificare il funzionamento corretto del pacemaker, il medico chiude l'incisione con qualche punto di sutura.


Dopo l’impianto

Di solito, il paziente rimane in ospedale per uno o due giorni dopo l'impianto. Ascoltare attentamente e seguire le istruzioni del medico.
A casa, monitorare la guarigione dell'incisione. La gamma dei movimenti del braccio verrà probabilmente limitata fino a quando la ferita è completamente guarita. In alcuni pazienti, il pacemaker forma una piccolo rigonfiamento sotto la pelle, a cui ci si abitua rapidamente.
I campi magnetici e radiazioni elettromagnetiche possono influenzare la funzionalità del pacemaker. Chiedere al medico su quali tipi apparecchiature potrebbero influenzare il pacemaker e come evitarle, e consultare il patient brochure. Portare sempre con se la carta di identificazione del paziente. In caso di emergenza medica, aiuta i medici ad evitare test o procedure che possono interferire con il dispositivo.
In caso di domande circa il pacemaker, contattare il team di servizio BIOTRONIK via e-mail a patients@biotronik.com. Risponderemo entro un giorno lavorativo.